La Ranteria – Azienda Agraria

Indirizzo:

Via A. Cannizzaro, 4 

Montemaggiore Belsito – PA

Vetrina/Vendita:

Via Rosolino Pilo, 14 – Palermo

Telefono:

335 578 9722

334 545 7384

https://www.facebook.com/laranteria/

http://www.laranteria.it/

Per ordini:

info@laranteria.it


Descrizione

La Ranteria propone solo carne di altissima qualità, Grass Fed, proveniente da bovini allevati allo stato brado, in pascoli naturali incontaminati, liberi di muoversi ed alimentarsi. La nascita dell’azienda agraria La Ranteria, dalla visione degli atti notarili, è di gran lunga antecedente al 1915, anno in cui Antonino Siragusa all’età di 17 anni acquistò i primi capi bovini (n. 5 manze di razza modicana) alla fiera del bestiame del limitrofo Comune di Caccamo. L’allevamento bovino, dalla sua nascita ad oggi, non ha mai interrotto la propria attività strettamente legata alla tradizione, preservando un sistema sostenibile di produzione, eticamente coerente al territorio, espressione del valore più alto nella definizione di “qualità” di un prodotto. Per l’azienda La Ranteria il metodo tradizionale di produzione, che consiste nel tenere gli animali sempre liberi di pascolare, è uno degli strumenti di promozione dello sviluppo rurale del territorio e di valorizzazione della stessa produzione nell’ambito di un contesto culturale, ambientale, storico e sociale. Nell’azienda La Ranteria ancora oggi come nel passato manteniamo i bovini allo stato brado e dunque liberi di pascolare all’interno dei confini aziendali. Tale sistema di gestione dell’allevamento prevede che due volte l’anno venga effettuata la transumanza. La transumanza è l’antichissima pratica di muovere stagionalmente le greggi e le mandrie di bovini alla ricerca di nuovi e freschi pascoli e di climi idonei all’attività zootecnica al fine di garantire al meglio il benessere dei capi allevati. Questo sistema di gestione dell’allevamento ci permette di mantenere i capi bovini tutto l’anno liberi senza alcun ricovero in stalla, fornendo una alimentazione basata sulle foraggere spontanee offerte dalla naturale stagionalità dei pascoli e dunque senza la somministrazione di mangimi e foraggi essiccati. La pratica della transumanza, ancora oggi da noi effettuata, è simbolo di una tradizione che si rinnova e si perpetua in azienda, nel rispetto dei valori di un tempo, ed espressione di quella passione che da sempre ci contraddistingue nel garantire il benessere degli animali e nel mantenimento dell’identità del nostro territorio. Il metodo di confezionamento “sotto vuoto” consiste nell’eliminare, con apposita attrezzatura, la maggior quantità di aria limitando in tal modo l’attività microbica dei batteri. Se consumate la carne entro tre giorni, previa cottura, aprire o togliere il prodotto dalle buste e conservare in frigo tra 0 e +4C°. Ricordate comunque che la carne tritata non dovrebbe stare oltre le 36 ore nel frigorifero di casa, anche se destinata a successiva cottura. Le fettine sopportano qualche giorno di frigo (max 3 giorni), mentre arrosti e bolliti possono sopportare quasi una settimana, tenendo presente tuttavia che se il taglio è molto grasso l’irrancidimento dei grassi procede anche a basse temperature. Se congelate il prodotto, mantenere la carne nelle buste e conservare a -18C°. La congelazione permette di prolungare la conservazione della carne bovina per circa 5 mesi, dato che questa trasformazione impedisce o rallenta in modo determinante tutte le attività chimiche e biologiche che portano alla degradazione del prodotto. E’ importante che il congelamento avvenga nel più breve tempo.


Galleria


Mappa

LASCIA UNA TUA RECENSIONE
DAI UN VOTO A QUESTO LOCALE!